Gornja Bistra

Gornja Bistra è un progetto Fuori Confine, in quanto SuperAbile si occupa anche di volontariato all’estero, nello specifico in Croazia a Gornja Bistra presso l’ospedale speciale pediatrico per malattie croniche.

Nel silenzioso verde di un vastissimo parco nell’entroterra della Croazia sorge un suggestivo castello che ospita degli abitanti molto distanti da ciò che viene socialmente definito “normale”.
Il castello fu costruito nel 1773 dalla famiglia Orsic a Gornja Bistra, un paesino di 1800 abitanti distante 30 chilometri dalla capitale della Croazia, Zagabria. Successivamente il castello fu affidato allo stato e adibito ad ospedale pediatrico per malattie croniche nonostante le condizioni igieniche e strutturali dell’edificio fossero fortemente inadeguate.

Nel 1998 alcuni volontari italiani che transitavano in Croazia vennero a sapere dell’esistenza di questo ospedale e, dopo esserci entrati in contatto, iniziarono a visitarlo frequentemente e a stringere rapporti di fiducia con il personale, creando da allora un flusso di volontari costante.
Negli anni successivi i rapporti si consolidarono e ampliarono: i volontari non si limitarono più solo ai lavori di manodopera, ma iniziarono ad essere un aiuto sia per il personale che per i pazienti.

Ad oggi la struttura non viene più considerata come un ospedale che si basa sul classico rapporto medico paziente, ma come un centro dove i bambini vengono accolti e amati da tutto il personale medico-sanitario e dai volontari. L’aria che si respira è molto diversa, all’interno dell’ospedale sono state allestite tre sale giochi destinate allo svago e al divertimento dei bambini e un parco giochi esterno dove i volontari possono portare tutti i tipi di pazienti anche per una “semplice” passeggiata.

Grazie all’amore e alla costanza che pervadono le mura dell’ospedale di Gornja Bistra, quello che per anni è stato chiamato “il castello degli orrori”, adesso viene identificato da tutte le persone che lo vivono, che siano di passaggio e non, come casa, luogo sicuro, posto in cui lasciare un pezzo di cuore perché, superato il primo impatto con i pazienti che può essere molto forte a causa dei cattivi odori, delle corde usate per legarli e tutelarli, delle urla e della distanza dalla “normalità” a cui siamo tanto abituati, è impossibile non ritrovarsi a provare un affetto e una gioia illimitati che scaturiscono proprio da quella passeggiata che non ha assolutamente niente di semplice.

Diversi volontari di SuperAbile da molti anni vivono l’esperienza a Gornja Bistra con grande coinvolgimento, tanto da essere entrata fortemente nei loro cuori, così tanto da voler portare un contributo importante includendo tale esperienza fra i già tanti progetti dell’associazione.

Presso questa struttura si svolgono due tipi di attività:

IN ESTATE: Un campo estivo di volontariato della durata di circa 10 giorni nelle prime settimane di Agosto.

Quest’anno si svolgerà dal 3 al 13.08.2024 PRENOTATI!

Durante questo campo i circa 100 volontari provenienti da tutta Italia trascorreranno il loro tempo con i giovani pazienti dell’ospedale, alcuni non autosufficienti, e aiuteranno il personale medico della struttura nelle loro attività.

Quella dell’ospedale pediatrico di Gornja Bistra è un’esperienza ricca di emozioni, che richiede pazienza e passione, e che porterà i partecipanti a donarsi all’altro, a guardarsi dentro e a valorizzare la propria vita.
Nel corso del campo, i volontari si sistemeranno con la loro tenda e il loro sacco a pelo nel parco che circonda l’ospedale e saranno divisi in varie squadre per svolgere le attività del campo; ogni squadra si avvicenderà di giorno in giorno nelle varie attività organizzate.

Quotidianamente, dunque, ci sarà un gruppo che presterà servizio con i pazienti allettati, un gruppo che svolgerà attività con i bambini e i ragazzi al parco giochi dell’ospedale oppure in piscina; ci sarà chi si occuperà di preparare i pasti, delle pulizie del campo, dell’organizzazione dei giochi e delle attività ricreative o, ancora, di lavori di manutenzione presso la struttura stessa. Inoltre verrà proposta una parte di formazione esperienziale per lavorare su se stessi e sulle modalità di entrare in relazione con gli ospiti dell’ospedale.
Altri gruppi invece, sempre a rotazione, dedicheranno la giornata ad attività esterne all’ospedale, riguardanti altri progetti di volontariato e servizio, come – per esempio – attività di animazione con i bambini e i ragazzi del campo rom di Varaždin o di un centro anziano vicino all’ospedale.

DURANTE TUTTO L’ANNO: ma non si parte solo in estate!

Vi è anche la possibilità di fare esperienze più specifiche, dove si presta servizio solo con i bambini, durante tutte le settimane dell’anno, diverse da le due di agosto destinate al campo estivo. Durante l’anno i volontari, possono partire, prenotando la loro settimana per offrire servizio in ospedale. Più volontari partono durante l’anno, più questo è coperto dando la possibilità di creare una continuità nelle attività con i bambini e i ragazzi che vivono nell’ospedale stesso.

Sappiamo che la presenza dei volontari in modo permanente permette ai piccoli ospiti di vivere momenti ludici, armonici e piacevoli, che li sollevano dalla monotonia della permanenza in stanza.
L’obiettivo primario è mantenere una continuità nella presenza dei volontari presso l’ospedale, durante TUTTI i mesi dall’anno, così da poter aiutare il personale medico tramite le attività di gioco, compagnia e socializzazione con i bambini, i quali avranno la possibilità di avere cure, attenzioni e stimoli in tutte le aree dello sviluppo.

Per permettere la presenza costante, i volontari avranno la possibilità di alloggiare in una casetta situata all’interno del parco dell’ospedale.

L’esperienza di volontariato presso l’ospedale di Gornja Bistra è un’esperienza dal valore globale, in quanto ha aspetti arricchenti per tutti i soggetti interessati: in primis per i bambini dell’ospedale che hanno la possibilità di vivere esperienze di “normalità”, ma anche per i volontari i quali vivono un’esperienza impattante, estremamente formativa a livello personale, educativo e sociale. Questo aspetto è fondamentale soprattutto per i giovani volontari che saranno gli adulti di domani. Ma la presenza dei volontari da un valore aggiunto anche al personale dell’ospedale, che può contare sul sostegno dei volontari per offrire ai bambini esperienze altre, oltre la cura.

Le esperienze di volontariato a Gornja Bistra sono è aperte a tutte le persone, non servono competenze specifiche, serve solo il desiderio di offrire il proprio tempo e la propria presenza a chi ne ha più bisogno, per regalare un sorriso. Si può partire come singoli, oppure come gruppi organizzati. Le spese di viaggio sono a carico del volontario, l’alloggio è messo a disposizione dall’ospedale, che offrirà anche i pranzi.

Se pensi che il tuo cuore abbia dei confini, passa per Gornja e lo scoprirai sconfinato!