R.A.R.O. è un modello di intervento integrato nel lavoro con la disabilità, che prende vita dagli anni di esperienza dei volontari dell’associazione, ma soprattutto dallo sforzo dell’équipe psicopedagogica di SuperAbile, che è riuscita a tradurre in chiave teorica ciò che avveniva sponatneamente all’interno del gruppo, ciò che ci caratterizza e ci rende apprezzati, ma soprattutto che porta buoni risultati in termini di miglioramento delle competenze e della qualità della vita dei nostri utenti.

L’idea fondante di questo modello è che la disabilità implica l’esistenza di diversità fisiche ed emotive, che comprendono desideri e fragilità, nonché le differenze intrinseche tra gli individui stessi. Tutti gli aspetti descritti da R.A.R.O sono legati e guidati da questa idea centrale.

Entrando nel merito del modello connesso alla disabilità gli autori individuano otto domini imprescindibili e tra di loro interdipendenti, ovvero: Tempo, Ambiente, Accoglienza, Gioco, Reciprocità, Educazione, Relazione e Osservazione. I quali nella loro unione danno vita non solo ad intervento, bensì ad un modo di intendere, vedere e stare in relazione con la disabilità.

Quello che fa la differenza in SuperAbile è il crearsi di un clima per cui si svolgono le attività con un coinvolgimento emotivo, che porta tutti a dare il meglio di sè, a sentirsi fin da subito di appartenere a qualcosa di più grande, di essere visti, riconosciuti e apprezzati. Tutto questo in una cornice psicopedagogica di riferimento che guida e sostiene idee, progetti ed interventi.